Boom di test rapidi al Cardarelli

100 invece di 30. Dottoressa,ora posso avvicinarmi a mio figlio

(ANSA) NAPOLI, 1 APR - Il primo giorno doveva partire con 30 test rapidi per i sanitari all'ospedale Cardarelli di Napoli. Ma la voce si è sparsa in corsia e se ne sono presentati 100, tutti sottoposti al test. E' iniziato così lo screening di massa nel più grande ospedale del Mezzogiorno ha una palazzina, la M, dedicata interamente al virus, con un pronto soccorso dedicato.
    I viali dell'ospedale, di solito affollati di malati e parenti, sono vuoti, ancora di più del quartiere collinare circostante.
    In corsi si respira paura, le visite sono state nettamente tagliate, i medici hanno vissuto settimane di paura. "Il 2 marzo - racconta un'infermiera - un collega di reparto è risultato positivo. da allora è a casa con la febbre e ha difficoltà respiratorie. Da allora siamo stati tutti in ansia ma abbiamo continuato a lavorare in ortopedia. Ora questo test ci tranquillizza". La donna riceve il risultato, è negativa. Sui 100 di stamattina sono in tre i positivi.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie