Figlio vittima, fuori dopo solo una anno? É una vergogna

'Sono stati troppo morbidi con gli assassini di mio padre'

(ANSA) - NAPOLI, 10 SET - "E' una vergogna, ma come è possibile che un killer, dopo solo un anno di galera, esca in permesso premio per festeggiare i suoi 18 anni?". Giuseppe è il figlio di Franco Della Corte, il vigilantes colpito a morte il 16 marzo 2018 all'esterno della metro di Piscinola, a Napoli, dove lavorava, da un gruppo di ragazzini. E' rimasto incredulo di fronte alla notizia che uno degli assassini del padre abbia potuto usufruire di un permesso premio e festeggiare.
    "Sono stati troppo morbidi con gli assassini di mio padre - dice - Capisco che è la legge, che era il rito abbreviato, ma già la condanna è stata irrisoria. Anche il premio. Capisco che chi gli ha concesso l'uscita poteva farlo, ma proprio non ne capisco il motivo". "Quello è un assassino, ha ucciso mio padre, un uomo radioso, un genitore che ci ha trasmesso valori - sottolinea - Abbiamo perso così nostro padre e ci hanno creato un dolore tale che è difficile accettare, e addirittura la festa di 18 anni?".(ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Universiade 2019
       (ANSA)

      Universiadi: da Regione 8 mln a Collana

      Con fondi risparmiati interventi da 1,2 mln per il San Paolo


       (ANSA)

      Universiadi:ok a lavori al Pinto Caserta

      Ok della giunta per il completamento dello stadio di Caserta


       (ANSA)

      Aspettando la 30 Summer, premio a Milano

      Film documentario tra le 136 opere di Sport Movies & Tv 2019


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere