Agritech, Università Torino attiva sui sistemi sostenibili

Coordina il progetto nazionale Spoke 6,

Redazione ANSA TORINO

(ANSA) - TORINO, 22 GIU - L'Università di Torino coordina lo Spoke 6 di Agritech, progetto nazionale per lo sviluppo sostenibile dell'industria agroalimentare che vede grazie al Pnrr finanziamenti senza precedenti per la ricerca nell'agrifood. Oltre a Unito, il gruppo vede lavorare insieme anche il Politecnico di Torino e le Università di Genova, Piacenza, Ancona e Foggia. Obiettivo, lo sviluppo di sistemi agricoli sostenibili anche in scenari climatici in evoluzione.
    Agritech, il Centro nazionale per lo sviluppo delle nuove tecnologie in Agricoltura, punta allo sviluppo sostenibile delle produzioni agroalimentari, con l'obiettivo di "favorire l'adattamento ai cambiamenti climatici, la riduzione dell'impatto ambientale, lo sviluppo delle aree marginali, la sicurezza, la tracciabilità e la tipicità delle filiere". Il tutto con un finanziamento complessivo di 350 milioni, di cui 320 milioni a carico del Pnrr.
    Il Centro nasce con l'ambizione di combinare le migliori competenze scientifiche per rendere l'industria agroalimentare italiana più competitiva e sostenibile. Vuole infatti "collegare infrastrutture di ricerca in agricoltura disponibili a livello nazionale, usare le tecnologie per migliorare produttività e sostenibilità, promuovere la transizione ecologica e digitale, collaborare con le imprese per aumentare la resilienza e la competitività economica nel settore agroalimentare e formare la prossima generazione di studiosi nel settore, garantendo il capitale umano e le competenze necessarie per affrontare le sfide future". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA