Aree protette: legge compie 30 anni, 11% territorio tutelato

Legambiente, è buona legge, ora obiettivo su 30 % territorio

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 06 DIC - Trent'anni fa nasceva la legge 394/91 sulle aree protette. Una normativa che in questi 30 anni ha fatto nel complesso bene al Paese in termini di crescita di aree protette, tutela e conservazione della biodiversità e habitat, riscoperta dei territori, contribuendo a dare una spinta importante all'economia locale, alla promozione dello sviluppo sostenibile e alla creazione di nuovi posti di lavoro nel settore turistico e nell'economia. Così Legambiente che rilancia e punta ora ad aggiornare il provvedimento e puntare al 30% del territorio tutalto. Attualmente, spiega l'associazione nel suo report dedicato alla legge, più dell'11% del territorio nazionale è oggi sottoposto a tutela: le aree protette sono passate dal 3% all'11%. Si tratta di uno dei sistemi nazionali di tutela della natura più consistente dell'Unione Europea, dove la media dei territori protetti è del 5%. La normativa ha, inoltre, permesso la nascita dell'Ente parco come un nuovo soggetto istituzionale autonomo - oggi sono quasi 200 -; ha consentito di riscoprire territori di pregio fino ad allora marginali che hanno ritrovato interesse e ricevuto risorse pubbliche per invertire le dinamiche di sviluppo. Ad esempio l'istituzione dei Parchi nazionali ha fatto emergere nuove geografie territoriali sconosciute (come il Cilento o i Monti Sibillini), fatto emergere realtà fino al 1990 conosciute per fatti negativi (come Aspromonte per i sequestri, l'Asinara per il carcere), invertito la tendenza al degrado e abbandono del territorio (come Cinque Terre, Vesuvio).
    "Trent'anni fa noi di Legambiente avevamo visto giusto nel chiedere con forza la creazione di un sistema di aree protette nel Paese", dice il presidente di Legambiente, Stefano Ciafani, "Ora è importante continuare a percorrere questa strada che si è intrapresa, ricordando che la transizione ecologica passa anche da qui. Per questo sarà fondamentale coinvolgere i territori, a partire dalle aree interne, e le comunità locali" (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA