Leroy Merlin: Pereno, avanti su inclusione e lavoro disabili

Con la BCorp Rigeneriamo, inseriti in quasi la tutti i negozi

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - All'inizio erano mascherine anti-Covid cucite da una rete di sartorie sociali, che includono persone fragili, come ex vittime della tratta, e vendute nei negozi Leroy Merlin, nel 2020, ora i prodotti sono molti di più e nuovi progetti riguardano la coltivazione di piante e l'inserimento lavorativo delle persone con disabilità nei punti vendita del gruppo. Sono queste alcune delle iniziative di Leroy Merlin con Rigeneriamo.
    "Rigeneriamo è una società benefit, ora certificata come BCorp, che nasce come un'acceleratore sui temi del lavoro e dell'inclusione non solo all'interno dell'azienda ma anche all'esterno. Il concetto fondamentale è quello il passaggio dall'impresa buona all'impresa brava che è una differenza fondamentale per affrontare temi come l'inclusione che non deve essere un atto di pietà ma una scelta consapevole e generatrice di valore", dichiara il coordinatore Sviluppo Sostenibile Leroy Merlin, Luca Pereno, all'evento dell'Agenzia ANSA "Diversità, inclusione, equità: una nuova visione per il lavoro".
    In particolare il progetto I formidabili ha quasi coinvolto la totalità dei 50 negozi del gruppo e parte dalla formazione dei lavoratori e dall'individuazione di tutor su base volontaria per accompagnare persone con disabilità intellettiva nell'inserimento lavorativo anche con il supporto di una rete di associazioni esterne. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA